I drink che amo, ricetta

Sparkling Cocktail al lampone

Gli sparkling sono una categoria di cocktail nella cui composizione di base c’è un vino frizzante che può essere un prosecco, uno spumante o uno champagne cui si aggiungono dei correttori alcolici o dei succhi, spremute o polpa frullata di frutta varia.

Essendo gli sparkling dei law alcool drinks per il basso tenore alcolico che li contraddistingue, sono perfetti come bevande estive. Molto spesso sono serviti ai tavoli di un buffet dolce o salato ma io li considero particolarmente adatti per una dissetante pausa di fine mattinata mentre si scambiano quattro chiacchiere con gli amici. Per un buon sparkling come quello che vi presento in questo breve articolo, occorrono solamente frutta di stagione giustamente matura, vino frizzante e ghiaccio per raffreddare bene il bicchiere in cui vanno serviti. La lunga serie degli sparkling cocktails nasce col Mimosa a base di succo d’arancio filtrato cui seguirono nel corso dei decenni altre numerosissime preparazioni alcune diventate veri e propri “Top Cocktails” come il Bellini dell’Harris Bar a base di pesche bianche e tanto per nominarne uno in cui non entra la frutta, ma un correttore alcolico basta menzionare l’Aperol Spritz o la variante col Bitter Campari. La lista degli sparkling a base di frutta è lunga e se siete interessati guardate qui e potrete sbizzarrirvi. Per la scelta del vino frizzante da utilizzare c’è la massima libertà, a titolo di mero consiglio la mia personale preferenza ricade su un buon Prosecco extra dry. Questa però è una valutazione che va fatta in base al proprio gusto in relazione a quanta tendenza dolce, vogliamo ritrovare nel bicchiere tenendo anche conto del tipo e del grado di maturazione della frutta utilizzata. Il cocktail che vi presento ha come base i lamponi freschi ed è in pratica una versione casalinga del Kir Imperial. L’utilizzo del prosecco extra dry qui m’è parsa veramente ben azzeccato vista la non eccessiva dolcezza dei lamponi freschi che non si riesce a correggere nonostante l’aggiunta dello zucchero semolato e un dry o un brut ci avrebbero restituito un cocktail dal sapore eccessivamente secco.

Potete usare succhi o creme di lamponi già pronte ma per gli sparkling io vi consiglio sempre la frutta fresca.

Sparkling Cocktail al lampone

 

 

 

 

Sparkling Cocktail al lampone

Di ropa55 Pubblicata: agosto 13, 2015

  • Resa: 1 bicchiere (1 Persone servite)
  • Preparazione: 40 minuti

Questo sparklig cocktail ai lamponi è una bevanda giustamente secca e poco alcolica perfetta per dissetarsi in queste calde giornate estive.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Lavate e zuccherate i lamponi poi lasciateli addolcire per 30 minuti.
  2. Riduceteli a purea e filtrate con un colino a maglia fine per eliminare i semini.
  3. Assaggiate di zucchero il succo ricavato
  4. Tritate il ghiaccio, inseritelo nel bicchiere e versate il succo di lamponi.
  5. Completate riempiendo il bicchiere col prosecco e aggiungete due cannucce.
  6. Servite subito.