Piatti unici, Prodotti da forno, ricetta, Ricette di Sicilia, Torte salate

Scacciata con i broccoletti

Questa è la terza scacciata che faccio a breve scadenza dalle precedenti in questi giorni di festività natalizie nell’ottica di prepararle per il cenone di Capodanno ed è quella più saporita che ho sfornato.  L’impasto segue sempre le stese regole, uso farina di semola rimacinata, olio extravergine d’oliva e strutto per insaporire e dare la giusta consistenza all’involucro. Potete comunque sostituire con solo olio ma non è la stessa cosa e poi alla fin fine una volta l’anno un po’ di questo grasso animale ce lo possiamo consentire anche perché a mio avviso è assai meno dannoso di certe margarine vegetali che si ritrovano in svariati alimenti preconfezionati. L’impasto dunque segue canoni ben definiti e direi piuttosto classici invece, il ripieno è un po’ atipico diciamo che mi sono abbandonato a una libera interpretazione della ricetta. Restano classici i mazzi di broccoletti verdi, mancano le cipolline lunghe affettate, niente tuma ma pepato fresco e una bella dose di prosciutto cotto, un salume che di solito non si aggiunge ma che secondo me ci sta alla gande e insaporisce ancor di più la farcia. Il broccoletto di cui si usano le foglie più tenere e le infiorescenze l’ho fatto stufare in olio, aglio e poca acqua di bollitura della verdura stessa. Per rendere la farcitura ancora più sapida e gustosa ho aggiunto quattro\ cinque olive nere denocciolate e scelte al giusto punto di maturazione in modo che non risultassero troppo amarottiche e non ho fatto mancare un paio d’acciughe ben dissalate e spinate. Asciugata a fiamma viva tutta l’acqua di vegetazione in modo che alla fine il fondo sia composto solo dall’olio, basta dare una bella spolverata di pecorino per chiudere il discorso del ripieno. L’insieme di questi ingredienti è veramente saporito e chiama a gran voce qualche bicchiere di vino rosso, il che in questi giorni di festa non guasta, perché la presenza di qualche grado alcolico in più bevuto dai commensali aumenta il tono gioioso di una serata passata a tavola tra amici e parenti…però sempre senza esagerare o si rischia di ottenere l’effetto opposto.

 

 

Un buon bicchiere di rosso con questa torta salata di sicule origini io l’ho sempre bevuto con piacere e di solito un Etna rosso Doc o un Nero d’Avola mi hanno sempre soddisfatto. Entrambi sono vini di buon corpo e struttura, profumati e di norma dalla lunga persistenza gusto olfattiva che sanno accompagnare senza scivolare in secondo piano di fronte a questa scacciata con i broccoletti dai profumi e sapori forti e decisi.

Scacciata con i broccoletti

Di ropa55 Pubblicata: dicembre 28, 2014

  • Resa: 1 scacciata da 24-25 cm di diametro (46 Persone servite)
  • Preparazione: 2 ore 30 minuti
  • Cottura: 40 minuti
  • Pronta In: 3 ore 10 minuti

La scacciata coi broccoletti è la terza variante che vi presento in questi giorni ed è quella più saporita di tutte. Finirà quasi certamente sulla tavola per il cenone di Capodanno.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Mettete nella ciotola dell'impastatrice tutti gli ingredienti tranne il sale e l'acqua. Fate girare il gancio a velocità uno e cominciate ad aggiungete l'acqua poi, quando l'impasto inizia a formarsi aggiungete il sale. Continuate ad impastare per una decina di minuti, poi mettete l'impasto che sarà diventato liscio e non appiccicoso in una ciotola. Ungetelo in superficie con poco olio d'oliva e copritelo con pellicola trasparente.
  2. Lasciatelo lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio di volume, occorreranno circa due ore.
  3. Staccate le foglie e le infiorescenze dei broccoletti e lavatele accuratamente.
  4. Sbollentate in acqua salata le foglie per una decina di minuti, aggiungendo negli ultimi cinque le infiorescenze.
  5. Scolate i broccoletti sbollentati e ripassateli nell'olio assieme agli spicchi d'aglio che alla fine andranno eliminati. Dopo qualche minuto unite la passata, i pezzetti d'oliva nera e quelli di acciuga. Aggiungete un mestolino d'acqua di cottura dei broccoli e fate cuocere fino a farla evaporare completamente.
  6. Finite la farcia amalgamando il pecorino grattugiato.
  7. Travasate tutto in una ciotola e lasciate raffreddare completamente.
  8. Affettate il pepato fresco. Farcite con tutti gli ingredienti.
  9. Coprite con il secondo cerchio tirato allo spessore di 2 millimetri, create il cordoncino di chiusura e fate qualche taglietto sulla superficie in modo che esca il vapore. Pennellate con on l'emulsione di olio e acqua.
  10. Infornate a 180° per una quarantina di minuti, se la scacciata fatica a colorire aumentate la temperatura a 200° e accendete la ventilazione del forno.
  11. Fate riposare la scacciata per un quarto d'ora coperta con uno spesso canovaccio in modo che l'impasto uscito croccante dal forno possa ammorbidirsi. Servitela calda ma non bollente.