di carne, Primi piatti, ricetta

Primo al sugo di salsiccia sale e pepe

Primo come termine indefinito perché un ragù cosi, si presta per condire molteplici formati di pasta sia fresca sia secca. Può essere pasta all’uovo lunga come le tagliatelle o pappardelle da tirare non troppo sottili o dei pici di sola acqua, farina e sale ma riescono veramente bene anche i maccheroncini al ferretto o classico dei classici gli gnocchetti sardi. Un primo che ci lascia sotto quest’aspetto ampia facoltà di scelta consentendoci di assecondare con estrema facilità i gusti dei nostri commensali. Personalmente quando preparo questo primo piatto, mi piace condire pasta corta e in particolare i maccheroncini freschi al ferretto. Oggi però non avevo il tempo sufficiente e ho utilizzato dei rigatoni di Gragnano del pastificio Gentile che mantengono molto bene la cottura e sono di sapore deciso, capaci quindi di accompagnare al meglio il robusto sugo di salsiccia. Considerate che dopo quindici minuti di bollitura sono ancora bene al dente e se non amate una consistenza spinta come questa, potrete prolungare la cottura senza timore che la pasta scuocia per almeno altri 5-6 minuti. Questa importante caratteristica dipende dalla bontà dei grani utilizzati e dal processo d’essiccazione molto lento, si paga qualcosa di più al chilo ma il risultato non delude e giustifica appieno il piccolo aumento di costo per porzione. Questo primo lo faccio abbastanza spesso e fino ad ora non l’avevo mai pubblicato nel blog, oggi però m’è riuscito veramente bene, il sugo era saporitissimo e denso al punto giusto per cui ho deciso di condividerlo. I punti fondamentali per preparare un ragù di salsiccia al top sono una cottura lenta e lunga un paio d’orette, una salsiccia di maiale condita con solo sale e pepe nero di ottima qualità insomma niente roba da supermercato, vino rosso buono nell’occasione ho usato un Nero d’Avola profumatissimo con sentori di ciliegia e viola giovane e tutto legno, estratto di pomodoro asciugato al sole, passata casalinga e profumi mediterranei d’alloro, aglio rosso di Nubia o comunque italiano e rosmarino fresco. Direte ma che palla sto ropa 55 con tutte ste fisime 😛  e forse non avete tutti i torti 😆  però vi assicuro che se riuscirete a rispettare queste indicazioni otterrete un sugo di salsiccia memorabile e un primo piatto che diventerà “piatto unico” perché il megascarpettone finiti i rigatoni sarà irrinunciabile.

 

 

La scelta del vino da abbinare ad un primo al sugo di salsiccia sale e pepe è ampia vanno bene un Refosco, un Cannonau, un Nero d’Avola ed io per questa ricetta non vi posso consigliare quello che ho bevuto essendo una bottiglia quasi artigianale e non in commercio. Tra i vini testati personalmente potete stappare una bottiglia di Etna Rosso D.O.C. – Az. Agr. IRENE BADALA’.

Primo al sugo di salsiccia sale e pepe

 

 

Primo al sugo di salsiccia sale e pepe

Di ropa55 Pubblicata: marzo 30, 2016

  • Resa: 350 g rigatoni (4 Persone servite)
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 2 ore 0 minuto
  • Pronta In: 2 ore 10 minuti

Un primo al sugo di salsiccia sale e pepe eseguito secondo questa ricetta diventa per l'abbondanza del condimento un vero e proprio piatto unico.

Ingredienti

  • 350 g rigatoni di pasta secca
  • 6 nodi salsiccia sale e pepe.
  • 1 cipolla dorata
  • 1 spicchio aglio rosso
  • 1 peperoncino rosso secco
  • 1 foglia alloro secco
  • 1 rametto rosmarino fresco
  • 2 cucchiaini estratto di pomodoro
  • qb acqua tiepida
  • 3 cucchiai olio oliva extravergine
  • 1 bicchiere vino rosso o bianco secco
  • 300 g passata pomodoro
  • 1 mestolo brodo di carne
  • qb sale

Istruzioni

  1. Preparate tutti gli elementi del soffritto affettando sottilmente aglio e cipolla e sciacquando velocemente alloro e rosmarino.
  2. Sciogliete l'estratto di pomodoro in poca acqua tiepida.
  3. Scaldate bene l'olio e iniziate a soffriggete fiamma bassa tutti gli odori assieme al peperoncino sbriciolato. Quando la cipolla è appassita eliminate l'alloro e il rosmarino.
  4. Rosolate la polpa della salsiccia per qualche minuto e poi unite il concentrato di pomodoro.
  5. Fate asciugare tutta l'acqua in cui è stato disciolto il concentrato.
  6. Alzate la fiamma,unite il bicchiere di vino rosso e fate sfumare l'alcool.
  7. Stringete il fondo.
  8. Abbassate la fiamma e aggiungete la passata e il mestolo di brodo.
  9. Lasciate cuocere per almeno un'ora con la fiamma al minimo .Addensate il fondo e aggiustate di sale se necessario.
  10. Scolate i rigatoni al dente e conditeli. Servite subito ben caldo spolverando con parmigiano o pecorino se vi aggrada.